La vera Guerra di Trullu – Semifinale Fit-Service vs Trullu Trullu FC 5 – 7 in rimonta parziale di 7 GOALS!!!!!!!!!!

Tutto ebbe inizio quando i FIT-SERVICE tentarono di conquistare la finale dell’OMEGA CUP (ex telechance, ex gemini st, ex gemini srl…ecc…ora VOL2.0) tramite il dio Cava…I Trulliani inaspettatamente in bambola subicono tutto il primo tempo la pressione alta e l’aggressività dei FIT subendo un secco e sonoro 5 a 0. Solo l’invincibile Achille Mulliri infligge una stoccata facendo concludere il primo tempo sul risultato 5 a 1. Durante il secondo tempo…con le sue incursioni e suoi repentini cambi di fronte…traghetta i Trulli alla epica rimonta…..parziale di 7 GOALS!!!!!
  • Achille Mulliri:soprannominato pié veloce o pié rapido o fissu in terra, è un personaggio della mitologia Trulla, nonché il principale eroe leggendario della guerra di Trullu. Guida la flotta di 8 giocatori prendendone il comando supremo e conducendoli alla vittoria. VOTO 8.5
  • Patroclo Ragatzu: Costretto ad abbandonare la sua città, si rifugiò presso Peleo e divenne amico e (secondo alcune interpretazioni del periodo classico ed ellenistico) amante inseparabile di Achille Mulliri. I due giovani si recarono insieme alla guerra di Trullu, e quando Achille si ritirò dalla battaglia, Patroclo indossate le sue armi, ne prese il posto, portando scompiglio nelle schiere avversarie. VOTO 7
  • Antiloco Sartini: Bello, agile nella corsa e in battaglia, Antiloco si distinse fra i combattenti della guerra di Trullu, uccidendo numerosi avversari con i suoi dribbling. Antiloco è il primo ad abbattersi contro i FIT, scagliando contro di loro i suoi lanci e le sue aperture. Alla vista dei numerosi goals contro la difesa trulla, Antiloco accompagnò Menelao nella sua vendetta. VOTO 7.5
  • Menelao Curreli: Nella lunga guerra di Trullu, Menelao si coprì di gloria abbattendo un gran numero di nemici a colpi di dribbling e tiri sotto la traversa. Accettò la proposta dell’eroe Adriano di porre fine alla guerra mediante un duello con Scotto, che venne però salvato dal fischio dell’arbitro. VOTO 7
  • Agamennone Pala: visto che è in bambola per tutto il primo tempo decide di svegliarsi e sgomitare nel secondo…raccolse le forze Trulle per incitare i suoi compagni e salpare verso la finale. 6–
  • Agapenore Statzu: probabilmente stanco dei dovuti elogi per tutto il torneo da parte dei suoi compagni di battaglia e probabilmente schifato dall’orribile pallone decide di partecipare con sufficienza per protesta prende parte alla guerra di Trullu, senza effettuare azioni degne della sua fama. VOTO 6–
  • Aseo Usai: Fra i tanti gli eroi che risposero all’appello di Agamennone c’era Aseo, il fiero combattente Trullo. Aseo fu il primo fra i Trulli ad affrontare la difesa avversaria quel giorno, ma la lotta fu breve e dopo ripetuti segnali……portò a casa 2 goals ma fu il primo a morire….probabilmente il fiato lo aveva lasciato alla partita di lunedì. VOTO: 6.5
  • Ulisse Ambu: si distingue per la sua astuzia, intelligenza e per il suo fisico….. Si dice che organizzi (dalla panchina) in questo modo la presa della finale: fa arrivare il tifo da fuori e promise birra per tutti i caso di passaggio del turno. Poi partercipa con alcuni compagni alla creazione della corazzata Trulla dove si nasconde tra i guerrieri più feroci. Infine nel secondo tempo da direttive dalla panchina e quando le sentinelle della difesa FIT si adagiano lui dirige l’attacco per procedere al massacro dei nemici, ubriachi o addormentati. VOTO 7.5.
FORZA VERSO LA FINALE!!!!!!!!!!!!!!!!

Ready con Noi 3 – Trullu trullu fc 8

Prestazione poco più che sufficiente per i ragazzi che portano a casa i 3 punti nonostante l’inferiorità numerica!
L’avversario non è mai entrato in partita!! Disposti subito bene passano sul 2 a 0 con Ambu e Usai.
La partita prende la piega che doveva ma un fulmine a ciel sereno turba la tranquillità…2 a 1 alla fine del primo tempo.
Poi i goal arrivano a valanga: Ragatzu 3, Usai 2 e di nuovo Ambu da dentro la porta.
Prossimo importantissimo incontro vs Paris Tui Mercoledì 8 aprile ore 21.00 dobbiamo essere al completo Gabri incluso a bordo campo!!!!!
1.gif 1 – Stefano Statzu: Annoiato e distratto ha tessuto con sufficienza la tela che ha tenuto la palla lontana dalla sua rete…Ragno!Voto 6.5
2.jpg 3 – Fausto Pala: Gioca con tranquillità quasi come se fossimo in parità numerica ma il vero motivo è che è addormentato…orso in letargo!Voto 6
3.jpg 5 – Maurizio Usai: Non cade quasi mai e quando cade si rialza per dare 3 zannate….cinghiale ferito!Voto 7
4.jpg
7 – Carlo Mulliri: Corre avanti e indietro…dribbla insistentemente….ciuchino testardo
5.jpg
10 – Andrea Ragatzu: Corre con velocità allucinante come se fosse in un prato libero da ogni ostacolo…furetto!Voto 7
6.jpg
11 – Efisio Ambu: libero e felice si muove “leggiadro”nel prato verde due battiti d’ali lasciano il segno nella rete avversaria…Farfalla!Voto6-

winnie the pooh 1 – trullu trullu fc 6

questa volta abbiamo rischiato in maniera esagerata……………

 

1 a 1 alla fine del primo tempo…..i 5 goal negli ultimi 10 minuti

 

Stefano S
Nella giornata dove tutti sono da sgridare non rovina la sua media. para il
parabile e subisce un gol sul quale poteva fare ben poco. tiene la porta
chiusa a doppia mandata ma viene impegnato davvero raramente. bastano
piccoli interventi di routine per tenere alta la sua media campionato senza
doversi sporcare troppo. unico patema una punizione che passa poco sopra la
traversa dopo la sua deviazione e un fallo laterale che finisce direttamente
in porta. porta a casa l’ennesimo voto più che positivo tra gli sbadigli -7-
annoiato

Maurizio U
Gioca più avanzato del solito, crea supporto a centrocampo sia per la fase
difensiva che offensiva. è il primo a contrastare le uscite alla “Ed Warner”
del portiere avversario e si ingolosisce in fretta. cerca la conclusione
spesso, a volte troppo spesso.. recupera molti palloni e imbastisce diverse
azioni importanti, trova gol e sicurezza alla distanza..esce a testa alta
con la consapevolezza che alle volte il calcio è anche semplicità e i 3 gol
lo dimostrano ma la prestazione non è da incorniciare – 6.5 – rincuorato

Fausto P
Solito pilastro difensivo, aumenta la sicurezza e non mancano le certezze.
recupera, pressa e ricomincia con la tranquillità del difensore navigato.
anticipa quando serve e rincorre l’unica punta avversaria praticamente
sempre. cerca affondi sulla fascia e prova anche lui più volte il tiro da
fuori contando su una difesa avversaria schierata a casaccio e di un
portiere più loquace che efficace. al contrario Fu nel solito silenzio della
sua professionalità porta a casa l’arrosto lasciando il fumo a chi se ne
riempe la bocca – 6.5 – concreto

Gabriele M
Martire della serata. comincia in panca per lasciare le squadre 6 contro 6
ma bastano pochi minuti per dover svestire la tuta. entra e si schiera
libero tenendo qualche metro di vantaggio sulla punta avversaria. il
supporto degli altri difensori è continuo ma quando è solo non sembra essere
rallentato di un fastidioso infortunio. prova anche il tiro in alcune
occasioni,forse una di troppo dalla distanza, poi si avvicina prediligendo
l’azione manovrata al tentativo velleitario da fuori ricordandosi del
problema e prende coscienza del fatto che un portiere “volante” non vale il
fastidio di un infortunio. c’è e si vede..- 6.5 – illuminato

Stefano M
Solita partita precisa e ordinata.pronto a raddoppiare la marcatura su gli
incursori e a proporsi per i contropiedi. anche per lui vale la regola della
sicurezza: stupisce un passaggio sbagliato più di una prestazione
eccellente. tenta anche lui il tiro cercando di rendersi utile anche nella
fase offensiva. vive come gli altri una giornata storta dal punto di vista
della globalità. tutti girano nel singolo ma la squadra non decolla quindi
difficile creare, ma è sempre un punto di riferimento per i compagni e un
grosso problema per gli avversari. – 6.5 – ispirato

Filippo S
Ordine e cervello del centrocampo soffrono per tutto il primo tempo e parte
del secondo. la squadra non gira e il centrocampo ne è il cuore. non ci sono
colpe specifiche ma non può essere escluso dal gioco blando offerto dai
Trullu. alla distanza viene fuori come gli altri impreziosendo la sua
prestazione con alcuni passaggi filtranti e tiri da fuori che trovano il
bersaglio addolcendo una giornata che sa di fatica inutile, ma il primo
tempo è poco incisivo e scontato. per fortuna non ascolta il DS
nell’intervallo e nella ripresa fa vedere quello che sa fare . 6.5 –
stremato

Andrea R
Da lui ci si aspetta sempre tanto perchè è il capocannoniere, ma in una
giornata come questa bisogna fare un passo indietro e ripartire… e lui lo
fa! aiuta a centrocampo scoprendo l’attacco orfano degli altri attaccanti e
riparte portando palla, cercando il supporto dei suoi compagni che lo
scortano avanti trovando difficilmente la finalizzazione.. il dialogo è poco
recepito, anche per demerito personale. si incaponisce una volta di troppo e
la prestazione complessiva rende il resto delle azioni difficili a causa dei
passaggi imprecisi e delle giocate a volte al limite del leziosismo. bagna
la presenza con un gol e con la ricerca continua della porta. forse avrebbe
meritato qualcosa in più.. lui compreso si aspettava qualcosa in più – 6.5 –
deluso

Il silenzio….Tottu Pagau 0 – Trullu Trullu 5

Stefano S.
Subito chiamato in causa si fa trovare come suo solito. poi sparisce col passare dei minuti.. alcune segnalazioni lo davano dai caddozzoni a fare una gara di rutti con baffo, altri al MENSA a spiegare che il ruolo del portiere nel calcio può essere paragonato al ruolo della patata in cucina. una telefonata dalla trequarti po ci annuncia che è acora in campo e uno splendido intervento sembra confermarlo, ma poco dopo se ne riperdono le tracce nella fumosità dell’attacco avversario.. – s.v.+9 – Chi l’ha visto?

Fausto P.
Fisico, anticipo e mestiere. salta più volte l’uomo, rimedia a passaggi in orizzontale fatti dai più esperti compagni di reparto, crossa e quando può si presenta in area avversaria dando fastidio ai difensori avversari. si inventa difensore dai tempi giusti e ottimo incontrista scatenando gli applausi del pubblico.. si lancia in performance azzardate ma mai fuori luogo.. nel finale incitato dallo staff accarezza il pallone con una “trivela” che smuove il cuore di “Mou” ricordandogli che a volte è meglio un “dilettante” allo sbaraglio dell’originale.. – 9.5 – La Corrida..

Stefano M.
Appena arrivato si mette subito in mostra con una prova solida e brillante. si integra con i compagni con la facilità del presentatore navigato alle prese con un format ormai ovvio. non sbaglia un passaggio e si fa trovare quando i compagni cercano l’appoggio semplice. diligente in difesa , propositivo nei contropiede e pungente con le sue sortite in area avversaria. quando il risultato è al sicuro si disegna ottima copertura per le avanzate dei compagni coprendo la diagonale senza patemi. sale sul palco e dimostra di non sapere il fatto suo, sicuro e preciso in ogni intermezzo.. nonostante l’avversario sia fra i più temibili lui porta a casa gli elogi della critica e del pubblico. – 9.5 – 59° Festival di Sanremo

Maurizio U.
Entra in campo con lo sguardo fisso verso un punto preciso del campo..inizia blando, forse per la tensione della diretta.. scaldati i motori punta ogni avversario che cerca di entrare nella metacampo Trulla, allunga il piedone fermando i cross da fermo.. si posiziona a botta sicura in attesa dei passaggi pronto ad intercettarli.. punta sulla propria sicurezza e si sbilancia in alcuni dribbling assolutamente funambolici.. è partito con un intento e appena le occasioni si presentano inizia a piazzare scommesse di destro e di sinistro.. inizialmente colpisce il portiere avversario come se fosse lui il centro del mirino.. ma si sta riscaldando e lo dimostra.. decide di farlo, annuncia di volerlo fare.. e ovviamente lo fa! segna da oltre metacampo, dopo aver preso la mira pochi minuti prima, un altro lo fa a porta vuota da poco più vicino.. ma l’obiettivo era demolire la porta avversaria.. – 10 – Scommettiamo che….

Filippo S.
Ordinato, preciso, lineare.. quando è in campo lo noti, si muove con la naturalezza che ti aspetteresti da una pala in un ventilatore.. sempre nel posto giusto, ogni volta che prende il pallone ci danza sopra e salta da una zolla all’altra come se gli avversari fossero parte della coreografia.. viene sostituito per farlo rifiatare e la differenza si vede. è il suo ruolo, è nato li e si candida come migliore del suo ruolo.. a lui i difensori rivolgono le richieste d’aiuto e gli attaccanti da lui si ispirano per potersi mettere in mostra con azioni offensive.. quando lui ha la palla, non puoi opporti alla sua volontà…se così ha deciso, l’udienza è tolta – 9.5 – Forum, con Santi Licheri

Andrea C.
ormai rimane poco da dire su di lui.. apre le marcature con una palla messa di giustezza sotto l’incrocio, secondo alcuni la porta prima del tiro era più corta e il palo interno non aveva la forma del pallone stampata sopra… cambi di gioco al limite della standing ovation.. ad ogni dribbling qualcuno chiede il bis, ovviamente gli riesce e gli avversari sono costretti a farsi venire il sangue amaro.. lo sfidano e perdono puntualmente, quando si dedica agli assoli anche i più critici devono ammetterlo.. come sempre da applausi – 10 – X Factor

Andrea R.
hanno provato in tutti i modi a fermarlo.. i suo ipiedi riescono a doppiare la velocità della luce quando porta palla.. per tutta la partita siamo costretti a osservare moviole per capire se il pallone ha camminato per sua scelta o perchè lo ha toccato lui. tocchi pregiati, gol e qualche buon assist, tutto a velocità da reato.. stufi di chiederci a vicenda cose tipo “ma era Andrea o uno stealth?” abbiamo deciso di fare l’abbonamento per seguire l’unico programma che può mostrarcelo a modalità normale: “effetto rallenty” – 10 – Alta velocità

Carlo M.
come sempre, tanta sostanza e impegno. fa reparto senza rinunciare a qualche sacrificio, fa spazio ai compagni e crea sempre l’appoggio per allargare le maglie avversarie. si porta sempre a spasso gli avversari traghettandoli nella fanghiglia di una difesa malmessa e rumorosa. qualche calcetto subito in meno questa volta, ma la tempra del lottatore resta. quando c’è da arremangarsi le maniche non si tira indietro e come sempre fatica tanto, senza lamentarsi – 9.5 – Lavori Sporchi

Efisio A.
un guaio in allenamento lo blocca e non gli permette di dare il suo contributo. da bordo campo incita i suoi con convinzione – 9

Gabriele M.
altro infortunato, questo più di lusso, che si sofferma a bordo campo con il presidente giocatore allenatore. – meno 0.5 sul prossimo voto

Andrea A.
presidente sempre presente. non molla i suoi nemmeno nel mercoledì di champions. se continua così fra qualche mese tratterà compensi con Sky – 9

Fit Service 2 – Trullu Trullu FC 5 | LA RIPRESA

Partita tirata: i rinforzi dei Fit si sono sentiti!

Buona prestazione seppur con l’assenza importantissima del nostro playmaker abbiamo portato a casa i 3 punti!

 

Come sempre il Dg Cabras Dott.Davide nonché DIO….(lui apprezzerà! 🙂 ha redatto un’analisi obiettiva e precisa io faccio solo da portavoce.

Stefano: solido e confermato dopo la pausa. si fa sorprendere da un tiro improvviso che decreta il provvisorio 1-1, ma il resto del match è perfetto. risponde con tutto quello che ha a disposizione, lo abbattono nel secondo tempo ma lui da buon combattente si rialza e tira fuori altre parate da antologia, ormai ci si stupisce più di una parata in due tempi che delle sue prestazioni perfette.  8.5 Il ragno nero a strisce Trullu

Fausto: deve ritrovare i tempi e la sicurezza, un suo passaggio in orizzontale apre la porta ai Fit per il 2-2. non accusa il colpo e nel secondo tempo trova i giusti automatismi. interdizione e forza a disposizione della squadra ma anche lanci ottimi per gli avanti. si concede anche una “trivela” non finalizzata dagli attaccanti per un pelo. ha dalla sua diverse scusanti tra cui una possibile capatina alle Canarie, ma non si direbbe vista la qualità espressa in campo.  8- The trullu’s wall

Maurizio: recupera palloni, fa respirare la difesa, innesca gli attaccanti e quando l’occasione si presenta cerca la porta con conclusioni sempre insidiose. uomo tuttofare che non ha subito gli effetti della pausa di metà campionato. l’esperienza gli permette di essere sempre un metro in vantaggio sugli avversari che non possono far altro che tornare a casa a bocca asciutta. 8.5 El Trullu picinin

Gabriele: arriva in ritardo, si scalda sulla linea del fallo laterale attirando le occhiatacce dell’arbitro.. entra in campo e la squadra tarda a digerirlo nello schema. dall’inizio del secondo tempo non c’è storia. trovata la sua posizione si trasforma nel terzo muretto a secco della difesa. più forte è il tiro più lontano finisce l’avversario. imposta e non si nega il tiro, manca una punizione che ricordava il miglior Beckham ma trova una rasoiata dalla metà campo che trova l’angolino basso alla destra del povero portiere avversario. 8 Gazza Trullogne

Andrea C.: genio e sregolatezza come sempre. rende folli anche i passaggi più normali quando vuole. ordinato e attento, quando serve si abbassa a fare interdizione permettendo alla difesa di avere una colonna in più. sfrutta la velocità per creare spazi per gli attaccanti e mettere in inferiorità la difesa avversaria. ogni pallone che tocca ha una storia scritta che merita di essere raccontata 8.5 Il genio Trulloso

Andrea R.(T.): i giornali scandalistici lo davano a Fuerteventura con Fusto e la presidenza. dopo aver visto quanto ha corso possiamo tranquillamente smentire. scatti in sequenza, corsa alla caccia dei cross, fughe per poter lanciare i compagni di reparto.. soliti tocchi pregiati e precisi verso la porta e, quando la situazione lo permetteva, verso il resto della squadra. in qualche occasione forse non pienamente lucido sul da farsi, ma ormai il risultato era al sicuro e decidiamo di sorvolare.  8.5 la saeta arrubia de los Trullos

Carlo: prende le misure alla difesa avversaria subito. trova sempre il varco per proporsi ai compagni. insegue e si propone sempre. si sacrifica quando serve una mano dietro ed è sempre il primo a scattare per il contropiede. come sempre le prende di santa ragione, ma quando c’è da lottare lui non si tira indietro. se la cava con un occhio nero e qualche passaggio in meno di quanti ne avrebbe meritato.. ma la qualità non si discute.  8.5 El Buitre Trullellante

Efisio: EROICO. il presidente/allenatore diventa anche giocatore. Spolvera le scarpette buone per ricalcare i campi e dare manforte ai suoi. è nella formazione in campo e nella formazione che chiude la partita. i giornali scandalistici lo davano a Fuerteventura con Fusto e Andrea R.. dopo aver visto quanto ha corso possiamo tranquillamente confermare. dopo il primo scatto il presidente gemello aveva composto già il 118 mettendoli in preallarme per la camera iperbarica. rincorre palloni e disturba il gioco avversario. ci mette il cuore, il fegato lo ha lasciato a Fuerte sul bordo della piscina, e si rende utile alla causa. buoni alcuni di scatti e con il possesso palla permette alla squadra di salire. generoso e prezioso per la causa!   10(se mi aumenta lo stipendio)  La pantegana Trulla

 

Trullu Trullu FC – Paris Tui 5 – 4

Bene ragazzi questo girone di andata è terminato con un soddisfacente risultato.
5 partite vinte su 6. L’ultima vittoria contro una squadra degna di questo nome e addirittura con arbitro contro!!!!

Riscatto portentoso di Carletto conferma degli Andrea. Leader Maurizio.

Trullu Trullu FC – Paris Tui 5 – 4
————— PAGELLE ————————-

stefano: sempre in temperatura. vola su una staffilata all’incrocio
levando ragnatele e urla di gioia dalle gole avversarie. il freddo non
lo spaventa e quando c’è da mettere la manona non si scalda più del
dovuto- il texano dagli occhi di ghiaccio-9

fausto: indeciso sul da farsi nei primi minuti ma alla distanza mette
in mostra fisico e equilibrio.. fa valere centimetri e possenza contro
gli assalti avversari-la corazzata potemkin-7,5

maurizio: mira superba, colpo sempre in canna e abile nell’uno contro
uno, sia offensivo che difensivo. nessun bersaglio è al sicuro e i gol
lo dimostrano. sua la cecchinata della vittoria-hitman,l’assassino-10

gabriele: ordine, tempismo e piedi buoni. tutto ben assemblato nella
creazione di una macchina da guerra capace di salvare la maglia quando
le cose si mettono male, ma altrettanto abile a colpire quando si
presenta l’occasione di offendere-ironman-8

andrea r:rapido, sfuggente..ogni movimento è una spira che si stringe
attorno all’avversario..accompagna la manovra e inventa,  tira e si fa
trovare sempre dove la situazione lo richiede.. non lo senti arrivare
ma ti stritola e passa oltre inafferrabile – anaconda – 9

andrea c: un assist di coscia degno dei migliori maghi, un gol
inventato in mezzo a 4 avversari contro un portiere saracinesca che fa
impallidire i trucchetti di Copperfield. corsa, dribbling e tiro sono
solo alcuni dei suoi assi nella manica, ma il trucco riesce sempre..
The Illusionist -9

carlo: fa miracoli fra i difensori avversari..scatta, rincorre, pressa
e quando può divide maglie e avversarie.. viene flagellato nei
contrasti e l’arbitro,lavandosene le mani, si diverte a vederlo
strisciare.. porta la croce sostenendo il peso di un attacco pungente
e risorge dopo ogni caduta..- the passion – 8.5

filippo: smista palloni con la naturalezza di un giocoliere.. i suoi
lanci atterrano sempre dove decide lui e non c’è sponda che lo possa
impensierire.. che lo voglia o no il pallone deve sottostare alle sue
di leggi, e il tappeto verde non è mai stato così regolare per nessun
altro- il sigor quindici palle- 8.5

Trullu trullu – Ready con Noi 9 – 0

Nonostante la prestazione abbastanza opaca i ragazzi portano a casa i 3 punti con un rombante 9 a 0 contro i “Ready con noi” capitanati da uno spodestato P. Littera.

Il match viene spostato fortunatamente alle 22.00 causa forfait dei Paris Tui.

Condizioni meteo non favorevolissime con temperatura intorno ai 7° C e folate di merda e picciaccio provenienti dal canale.

Dopo una prima fase di studio i ragazzi sbloccano il risultato con A.Curreli e successivamente allungano con l’eurogoal di M.Usai che vede la porta dopo l’illuminazione a giorno di A.Ragatzu, cross su palleggio. Tiro al volo di sinistro potente che si  insacca alle spalle in un colpevole GP.Meloni .

La partita prende la discesa e gli avversari non riescono a impensierire S.Statzu che si lamenta per il freddo.

Timida reazione nella ripresa della Ready con noi grazie ad un motivatissimo S.Corda a cui manca solo la realizzazione.

I goals arrivano puntuali: A.Curreli 3, A.Ragatzu 2, M.Usai 2, F.Sartini 1, C.Mulliri 1.

Da rilevare il pubblico che punzecchia il capocannoniere del torneo A.Ragatzu ma lui imperterrito continua a segnare anche nelle giornate no.

La macchina corsa sembra essere rodata e pronta per la nuova impegnativa corsa di mercoledì….

PAGELLE:

1- Stefano Statzu: Non spalanca la porta neanche quando la difesa finisce la benzina. Chiusura Centralizzata. Voto 8.

3- Fausto Pala: La forma fisica è quella che è…. tonda e in campo si vede. Ruota di scorta sgonfia. Voto 5,5.

5 – Maurizio Usai: cammina a bassi regimi per risparmiare la benzina ma quando serve tira fuori la potenza. Turbo Compressore. Voto 9 (Voto alto visto le due prestazioni ravvicinate maiuscole).

7- Carlo Mulliri: (ci ho dovuto pensare parecchio ho lasciato la valutazione per ultima…) il potenziale c’è ma non sviluppa abbastanza. Cilindro ri(nne)gato. Voto 6-.

8- Filippo Sartini: prende colpi ma smista e inventa con precisione millimetrica. Cinghia di distribuzione. Voto 7.5.

9- Andrea Curreli: minacciava di giocare piano…(per questo ha sbagliato due goal non si lamenti se è al secondo posto nella classifica dei marcatori) ma quando vede il pallone spinge sull’accelleratore.. Spinterogeno. Voto 7.

10- Andrea Ragatzu: fa il compitino in avanti e aggiunge altri centri al totale. Alternatore…da revisionare. Voto 6.5.